Cerca e consulta articoli.

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
Agevolazioni

Consulenza gratuita

Nessuna costo da anticipare

Finanziamenti agevolati e ordinari per le aziende

Difesa tributaria - bancaria - patrimoniale

Operativi in tutta Italia

 

Coronavirus, via libera del Governo al decreto liquidità: 400 miliardi subito per le imprese.

«Con il decreto appena approvato diamo liquidità immediata per 400 miliardi di euro alle nostre imprese, 200 per il mercato interno, altri 200 per potenziare il mercato dell’export. È una potenza di fuoco», ha spiegato il premier.

«Lo Stato offrirà una garanzia perché i prestiti avvengano in modo celere, spedito. Potenzieremo il fondo centrale di garanzia per le pmi e aggiungiamo il finanziamento dello Stato attraverso Sace, che resta nel perimetro di Cassa depositi e prestiti, per le piccole e medie e grandi aziende», aggiunge Conte.

Il governo ha varato «un intervento senza precedenti» con una «imponente mobilitazione di risorse pubbliche» per dare «una garanzia poderosa per preservare il nostro sistema produttivo a superare questo momento difficile e potersi rilanciare». Così il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri in conferenza stampa al termine del Cdm spiegando che col decreto di aprile ci saranno «30 miliardi a sostegno di queste garanzie».

Liquidità
Il Fondo centrale di garanzia per le piccole e medie imprese viene aperto anche ai professionisti e alle imprese fino a 499 dipendenti. Con un doppio binario: garanzia massima al 100% in alcuni casi e al 90% in altri. Per quanto riguarda i tetti di garanzia, si garantisce il 100% fino a 25mila euro senza valutazione, il 90% per prestiti fino a 800mila euro con valutazione del Fondo, e il 90% nei casi con tetto a 5 milioni di importo garantito e valutazione della situazione finanziaria pre crisi. «Il sistema di erogazione è molto semplice e diretto al sistema bancario, attraverso Sace, con condizionalità limitate tra cui quella di non poter erogare dividendi».

L’impresa quindi si rivolge alla banca, che eroga il prestito fino a un massimo del 25% del fatturato dell’anno scorso. Per i prestiti è previsto un periodo di restituzione fino a sei anni e alcune semplificazioni burocratiche per un’erogazione rapida dei soldi, come la possibilità di presentare la certificazione antimafia anche dopo il rilascio del prestito.

Se l’impresa non riesce a restituire la somma, entra in campo la garanzia dello Stato. I soldi saranno erogati dal Fondo di garanzia delle pmi, che sarà rifinanziato con 7 miliardi, con un effetto leva stimato in circa 14 miliardi di finanziamento per ogni miliardo garantito. Con una suddivisione delle competenze: il fondo per le mid cap sarà gestito da Sace con la supervisione del Mef, mentre il fondo per le pmi continuerà a coprire il segmento più piccolo, ma offrendo garanzie alle imprese fino a 499 dipendenti.

Prossimi giorni invieremo un nuova comunicazione per la presentazione delle richieste di finanziamento.

L’articolo Coronavirus, via libera del Governo al decreto liquidità: 400 miliardi subito per le imprese. proviene da Adessonews Finanziamenti Agevolazioni Norme e Tributi.

Cerca e consulta articoli.

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
Agevolazioni

Consulenza gratuita

Nessuna costo da anticipare

Finanziamenti agevolati e ordinari per le aziende

Difesa tributaria - bancaria - patrimoniale

Operativi in tutta Italia

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: